18 ottobre 2008

Hanko, il timbro giapponese

In Giappone, per i documenti in banca, in comune, in ufficio ecc. per qualsiasi documento e contratto, si usa hanko, un timbro personale.
Hanko si dice anche inkan, inshoo, han.
Per esempio, ad uno sportello in banca :
ここに判子をお願いします。
"Koko ni hanko o onegaishimasu."
ここに印鑑をお願いします。
"Koko ni inkan o onegaishimasu."
こちらに判を押してください。
"Kochira ni han o oshite kudasai."
Qua (indicando dove devi timbrare), la prego di timbrare.


Ci sono vari tipi di hanko, a seconda delle occasioni si usano diversamente.
1. Ginkoo-in (銀行印): per il conto corrente in banca. La banca registra il timbro di ogni utente. Quando non c'era il bancomat, gli utenti dovevano portarlo con il libretto per prendere i soldi. Anche adesso in certi casi ti serve il tuo timbro. Non devi perderlo, e non devi conservare il libretto e il timbro assieme.

2. Jitsu-in (実印) : per i contratti importanti. In comune si registra. Quando fai un contratto per comprare una casa, prestare i soldi dalla banca, ecc. devi timbrare con jitsuin e devi portare il certificato rilasciato dal comune.
Non è detto che tutti quanti lo abbiano. Quando ti servirà, basta andare in comune. Ma di solito chi deve avere jitsu-in, lo vuole molto curato. Per averne uno curato o artistico, devi ordinarlo ad un artigianano.

3. Mitome-in (認め印) : per qualsiasi timbro, quando ricevi la raccomandata, i documenti semplici, in ufficio, ecc.
Si vendono in cartoleria, se non hai il cognome poco comune.
 
un astuccio per hanko
Per timbrare su una ricevuta di un pacco, comunque puoi farlo con ginko-in o jitsu-in, ma di solito questi due vengono conservati con cura, per cui non è comodo.
Su ginko-in e mitome-in si fa incidere solo il cognome normalmente. Spesso jitsu-in contiene anche il nome.

Gli stranieri con il permesso di vivere in Giappone devono avere la carta d'identità "Gaikokujin Tooroku Shoomeisho"外国人登録証明書. Se dovrai avere jitsuin in Giappone, puoi averlo solo inciso con gli stessi caratteri che avevi registrato per la carta d'idendità. Se lo registri con alfabeto, potrai avere jitsuin inciso in alfabeto.

Le banche accetano i timbri incisi con katakana o kanji applicati agli stranieri.
(E' meglio contattare con banca, ovviamente)

un negozio di hanko, anche per stranieri
un altro negozio di hanko 

Per usare hanko che ho spiegato, ti serve shuniku (朱肉), cioè l'inchiostro rosso. In banca, in comune, in negozi, questo viene fornito. Ma è meglio averne uno a casa.

In ufficio è scomodo che ogni volta si deve inchiostrarlo, allora usi shachihata-in. Shachihata è il nome di un azienda che produce hanko che contiene dentro di sè l'inchiostrro. Ma questo non viene accettato per ginko-in, né per jitsuin.

Lana

23 commenti:

  1. Ma le firme a mano non si fanno mai?

    RispondiElimina
  2. Lana, mi hai letto nel pensiero? Ultimamente stavo pensando a come si scrive il mio nome in kanji allo scopo di comprarmi un hanko come souvenir in un mio eventuale viaggio in Giappone. Quale ti piace di piu' tra questi: 1 - 真流湖 2 - 丸湖 3 - Potrei usare anche 真亜宮 (dicono che e' per mark, ma 亜 non e' "a"?) cambiandolo in 真亜湖 4 - Ci sarebbe anche questo. Puoi comporne uno anche tu, se vuoi, mi fido del tuo gusto. Ciao.

    Marco

    RispondiElimina
  3. Shinobi san,
    >le firme a mano non si fanno mai?
    Almeno essendo giapponese non mi è capitato nemmeno una volta.
    Però non posso dire che non si fa o non va accettata la firma a mano.
    Ricercando alcune leggi, la firma a mano è comunque valida, ma c'è l'usanza di scrivere il nome e hanko. (sul contratto serve scrivere "il nome leggibile "con hanko... )

    Lana

    RispondiElimina
  4. Marco san,
    真流湖 è bello.
    Sia 流 che 湖, tutte e due c'entrano l'acqua. A me piace per MA 魔, ma ti fa immaginare magia o mostro, se ti sembra negativo, non ti consiglio. 真 è un ideogramma comune per i nomi giapponesi. E' "vero" "puro" "giusto",ecc.

    Se prendi 丸, come è con 狐 volpe? Visto che 丸 ha gli altri significati: "perfetto" e "proiettile", 丸狐 sarebbe volpe proiettile, o volpe perfetta... O è meglio con 虎 tigre?

    >亜 non e' "a"?
    E' "a".

    Quello che hai linkato è la pronuncia cinese, per cui è diverso da quello giapponese.

    Lana

    RispondiElimina
  5. > A me piace per MA 魔, ma ti fa immaginare magia o mostro, se ti sembra negativo, non ti consiglio

    Anche a me, come forma, piace molto, poi 魔 ha a che fare con Piccolo, il mio personaggio preferito di Dragonball (tra l'altro il padre di Piccolo si chiama 大魔王). Purtroppo significa anche diavolo, demone o, se non sbaglio, persona dedita ad azioni malvagie e non mi piace che compaia nel mio "hanko". Peccato, la forma e' bella.

    > 真 è un ideogramma comune per i nomi giapponesi. E' "vero" "puro" "giusto"

    Come significato, e' molto meglio.

    > 真流湖 è bello

    OK, scelgo questo allora. Grazie Lana, sei sempre gentilissima.

    Marco

    RispondiElimina
  6. uaooo quanti tipi di timbriiiiii!!!! :O nn avevo idea che ci fossero tutti questi timbri x ogni cosa :O

    RispondiElimina
  7. Bellissimo questo post, finalmente ho capito come funzionano questi benedetti timbri!!!
    Mi sono sempre chiesto come facessero a distinguerli...
    Ma ancora non mi è chiara una cosa!
    Se due persone timbrano per un contratto per una cosa...e hanno lo stesso nome e cognome e si trovano nella stessa città!?
    Il timbro non è uguale?

    Persoanlmente credo sia piu comoda la firma a mano, ma il tibro è una particolarità troppo bella del giappone!

    Grazie :)

    RispondiElimina
  8. Una ragazza giapponese ci fece vedere il suo timbro che aveva all'altra estremità di una penna,mi pare...Che tipo di timbro poteva essere?

    RispondiElimina
  9. Ciao Lana, come stai?

    Marco

    RispondiElimina
  10. Non erano in vacanza?

    RispondiElimina
  11. Faust VIII san,

    un timbro unito con una penna, così?
    http://item.rakuten.co.jp/furudoinsatsu/c/0000000113/

    Lana

    RispondiElimina
  12. Psygnosis san,
    Due persone con i nomi , se fanno un contratto, scrivono anche l'indirizzo.
    Io ho i vari timbri del mio cognome, tutti però sono diversi per stile, forma e proporzioni.
    Penso che non è facile trovare un identico timbro dello stesso nome.
    Ma oggigiorno è facile copiare il simbolo(non timbro), quindi anche secondo me sarebbe sicuro la pratica della firma a mano.

    Lana

    RispondiElimina
  13. Ciao Lana, posso farti una domanda? Sto preparando l'esame di design di moda sulle divise scolastiche giapponesi, in particolare quelle stile college (che adoro da impazzire)
    Vorrei sapere, come si chiamano da voi i singoli elementi che la caratterizzano. Ho cercato in giro sul web, ho trovato : blusa bianca, blazer, cravatta o fiocco, gonna scozzese, mocassini e i loosesocks... ma non ho trovato il nome esatto del maglioncino smanicato che si indossa sulla camicia. Ah.. saresti così gentile da lasciarmi il tuo indirizzo? Perchè ho bisogno di chiederti altre cosucce...
    Grazie di cuore :)
    :************************

    RispondiElimina
  14. ciao.. mi chiamo Gabriele.. studio arte e pratico varie tecniche si stampa e di incisione tradizionali.. Mi hanno sempre affascinato le stampe giapponesi, e ho notato che anche in queste si firma con un timbro. Quello per le firme artistiche che tipo di "hanko" è?? diverso dagli altri?

    RispondiElimina
  15. ciao, se vi piacciono i timbri giapponesi originali e volete farne uno personalizzato provate a dare un`occhiata qui:
    htttp://www.hamakurashop.com

    RispondiElimina
  16. Carini, ma mi sembrano scomodi da usare anche perché bisogna possederne più di uno!

    RispondiElimina
  17. per le cose "legali2 ne basta uno con il tuo nome, in kanji o katakana, l`importante e` che sia registrato in comune (in giappone). per noi in italia basta quello che ci piace di piu` con l`ideogramma preferito!

    RispondiElimina
  18. ciao...è la prima volta che scrivo su questo bellissimo blog..
    Devo crearmi il mio hanko personale e vorrei sapere se potevate darmi delle dritte:
    il mio nome è daniel,potreste dirmi come potrei scriverlo in giapponese...e poi,in genere per firmare i miei disegni uso lo pseudonimo daka che ho tradotto だか così ...ma nn so se abbia significato particolare nè se sia giusto :))))
    grazie :)))
    daniel

    RispondiElimina
  19. Io me ne sono fatto fare uno su www.mondotimbri.com. Ovviamente loro non avevano la minima idea di cosa fosse...ma poco importa! In 24 ore me lo hanno consegnato. Ciao!

    RispondiElimina
  20. ciao, mi chiamo Agnese è la prima volta che scrivo su questo blog, e avrei un problema simile a quello di marco, il mio nome è difficile da traslitterare e non mi piace come suona, ma visto che il mio nome significa pura stavo cercando un bel nome dello stesso significato per usare l' hanko.

    RispondiElimina
  21. Lamù e Lana buongiorno,
    leggiamo solo ora di questo interessantissimo blog sulla cultura giapponese e questa esautiva guida all'"Hanko".
    Ci permettiamo di linkarlo sul nostro sito alla pagina http://www.mondotimbri.com/Pages/timbri-giapponesi.aspx
    Come esposto nella pagina creata ad hoc, abbiamo ricevuto diverse richieste di "Hanko" e quindi abbiamo dovuto documentarci... Grazie.

    RispondiElimina